I NOSTRI SERVIZI RIVOLTI AI LAVORATORI, PUBBLICI E PRIVATI, PENSIONATI, DISOCCUPATI - NEI NOSTRI UFFICI POTRETE AVERE ASSISTENZA PER LA COMPILAZIONE DEL  730 - UNICO - RED - COLF E BADANTI - ISEE - -

                                                                                                          visita il sito CSA              

         

   
i nostri servizi chi può utilizzare il 730 dove e quando presentare il 730 i documenti da portare
errori e dimenticanze il modello ISEE il calcolo IMU e TASI il modello RED
il modello UNICO COLF e BADANTI pratiche di successione i servizi del PATRONATO

errori e dimenticanze nel 730

 
ERRORI E DIMENTICANZE


La normativa ha previsto sia gli strumenti che i tempi per correggere errori e dimenticanze commessi dal contribuente nella compilazione del modello 730 o dal soggetto che presta l’assistenza fiscale nella rielaborazione dello stesso.

Se il contribuente si accorge di non aver indicato nella dichiarazione un elemento che doveva essere inserito, può procedere alla relativa correzione, ma le modalità di integrazione della dichiarazione originaria sono diverse a seconda che l’integrazione comporti o meno una situazione di maggior favore per il contribuente (un maggior credito o un minor debito).


Se l'integrazione o la rettifica comporta un maggiore credito o un minor debito il contribuente può scegliere di:
presentare entro il 25 ottobre un nuovo modello 730 completo di tutte le sue parti, barrando la relativa casella “730 integrativo” presente nel frontespizio;
presentare un Modello UNICO Persone Fisiche, richiedendo eventualmente il rimborso della differenza a credito ovvero rimandando l’eccedenza alla successiva dichiarazione;
il Modello 730 integrativo deve essere presentato ad un CAF o ad un professionista abilitato, anche in caso di assistenza precedentemente prestata dal sostituto.


Se il contribuente si accorge di aver dimenticato un elemento che doveva essere indicato nella dichiarazione e l’integrazione o la rettifica comporta un minor credito o un maggior debito, può effettuare la correzione utilizzando il Modello UNICO Persone fisiche.

Il Modello UNICO Persone fisiche può essere presentato:
entro il 31 luglio. In questo caso si tratta di correttiva nei termini. Il contribuente dovrà procedere al contestuale pagamento del tributo dovuto, degli interessi e della sanzione ridotta;
entro il termine previsto per la presentazione del modello UNICO relativo all’anno successivo. Si tratta di dichiarazione integrativa. Il contribuente dovrà procedere al contestuale pagamento del tributo dovuto, degli interessi e della sanzione ridotta;
entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione. Si tratta sempre di dichiarazione integrativa. In questo caso, però, il contribuente dovrà procedere al contestuale pagamento del tributo dovuto e degli interessi, mentre le sanzioni saranno applicate successivamente dall’Amministrazione finanziaria.


Se il contribuente riscontra errori commessi dal soggetto che ha prestato l’assistenza fiscale (sostituto d’imposta, CAF o altro soggetto abilitato) deve darne tempestiva comunicazione allo stesso, affinché elabori un Modello 730 “rettificativo”.


La correzione avviene attraverso la modifica dei dati errati e l'emissione:
di un nuovo modello 730 rielaborato con la scritta rettificativo;
di un modello 730-3 rettificativo, relativo alla nuova liquidazione dell’imposta;
e di un nuovo modello relativo al conguaglio da inviare al sostituto d’imposta.

Nel mese successivo a quello in cui è pervenuto il modello rettificativo, il sostituito provvederà alla correzione del conguaglio d'imposta precedentemente operato.


Se il contribuente si accorge dell'errore commesso dal soggetto che ha prestato l'assistenza fiscale, successivamente al termine previsto per l'invio telematico delle dichiarazioni (25 giugno) dovrà provvedere alla correzione attraverso il modello Unico Persone fisiche integrativo.


Se il contribuente si accorge di non aver fornito correttamente i dati relativi al sostituto che deve effettuare il conguaglio può presentare entro il 25 ottobre un nuovo modello 730 indicando il codice 2 nella casella "730 integrativo" presente nel frontespizio. Il nuovo Mod. 730 deve contenere gli stessi dati presenti nel modello 730 originario, salvo i dati corretti del sostituto d'imposta che effettuerà il conguaglio.
 

 

 

   

Prenota la tua dichiarazione chiamando la nostra consulente nella sede di Iglesias

 Corso Colombo 19  - 09016
tel. e fax  0781 47239
o inviando una mail a

   simonalorettu@yahoo.it

 

 

   

                 

                                                 

Pagina Iniziale I Strutture Periferiche Strutture Periferiche Aziendali  I Strutture Periferiche vedi cartina I Costituzione I Statuto I Documenti I Siti Utili I

  

condividi su

lascia un commento

                                                                                                                          

  visita il gruppo FACEBOOK dei lavoratori appalti ABBANOA  

visita il Gruppo FACEBOOK  Alighetor....

 

Ultimo aggiornamento: 20-05-18

SEGNALA AD UN AMICO

 
Web Master: Sandro Ligia  sandroligia@hotmail.il